Arcaplanet passa sotto il controllo della tedesca Fressnapf (Maxizoo)

Colpo di scena nel mercato dei prodotti per animali da compagnia. Il private equity britannico Cinven cede il 100% di Arcaplanet (560 punti vendita) al socio di minoranza Fressnapf. Parallelamente, ma con una transazione separata, i fondi Cinven effettueranno un investimento in Fressnapf, gigante del settore petcare, fondato e controllato dall’imprenditore Torsten Toeller.

Ricordiamo che Cinven ha rilevato la maggioranza della genovese Arcaplanet da Permira nel 2021-2022 e successivamente ha unito l’attività con Maxizoo Italia, mentre Fressnapf stessa è rimasta nella compagine azionaria, anche se, nella nostra nazione, il brand Maxizoo (circa 90 insediamenti) è stato completamente riassorbito dal marchio italiano.

“Sotto la guida dell’amministratore delegato, Nicolò Galante, e del presidente, Peter Pritchard, Arcaplanet – si legge in una nota – ha visto una sostanziale accelerazione della performance negli ultimi due anni, espandendo la propria rete al dettaglio, migliorando la presenza digitale e l’insieme dei servizi dedicati agli animali domestici, ampliando da 2 mila a 3 mila il numero dei dipendenti e lanciando molteplici iniziative in favore della tutela e del benessere dei pet. Si prevede che Arcaplanet, che continuerà a operare con la propria insegna, genererà oltre 700 milioni di euro di ricavi nel 2024”.

Gruppo Fressnapf, dal canto suo, alligna più di 2.600 punti vendita specializzati in 14 Paesi europei, 18 mila collaboratori e nel 2024 dovrebbe generare ricavi complessivi per 5 miliardi di euro.

Fondata nel 1990 a Erkelenz (Renania settentrionale-Westfalia), l’azienda rimarrà in maggioranza di Torsten Toller e continuerà a operare con i due marchi di punta (Arcaplanet e Maxizoo, appunto).

Nei giorni scorsi Cinven ha anche ceduto la maggioranza dell’ungherese Partner in pet food a Cvc capital partners.

Fonte: distribuzionemoderna.info

Vuoi diventare socio

di Retail Institute Italy?